INFORMARE | ASCOLTARE | EDUCARE

COSA FA LA FONDAZIONE

Sappiamo bene cosa significa combattere contro una piaga come l’usura. Specie in un’epoca come la nostra, di crisi perdurante. E in un’area come quella del Mezzogiorno.

Ascolta le richieste di persone e famiglie

che versano in condizione di grave indebitamento e corrono il rischio di usura.

FORNISCE CONSULENZA LEGALE E FINANZIARIA

e offre ogni forma di mediazione verso organismi istituzionali e non, in grado di offrire una soluzione.

rilascia le garanzie

necessarie per accedere ai crediti personali.

Azione preventiva

di carattere educativo e informativo, diffondendo una cultura ispirata ai valori della solidarietà e della sobrietà. 

Siamo sempre vicino alle vittime

Conosciamo da vicino quel senso d’impotenza che ti opprime e stringe alla gola, e porta a pensare che l’unica via d’uscita sia quella che sembra più facile. A portata di mano. E, insieme, vogliamo trovare una strada da percorrere per trovare una via d’uscita.  
La soluzione esiste. Ed è fatta di comprensione, di collaborazione e di legalità.

CULTURA DELLA LEGALITÀ

La conoscenza della legge sull’usura contrasta in ogni modo il gioco d’azzardo e fornisce formazione sull’uso consapevole del denaro.

OPERA IN TUTTA LA DIOCESI

Offrendo un approdo sicuro, quando il mare è in tempesta. Questa è la funzione – allo stesso tempo sociale, assistenziale e tecnico-economica – con cui da sempre abbiamo interpretato il ruolo della nostra Fondazione.

PREVENIRE | AIUTARE | ACCOMPAGNARE

COSA NON FA LA FONDAZIONE

Non potremmo operare senza la collaborazione e l’impegno dei centri d’ascolto, delle parrocchie, della diocesi, degli enti soci fondatori o promotori e di tutte le persone che ci aiutano dando vita a vere e proprie catene di solidarietà.

non eroga prestiti e sussidi

ma fornisce alle banche convenzionate le garanzie necessarie affinché le persone bisognose possano accedere al credito ordinario

non lavora a sportello

ma per appuntamento

non È un organismo burocratico

ma una realtà che vive del lavoro di decine di volontari con specifiche competenze professionali

non ha pretese 

risolvere il problema dell’usura. Vuole fornire alle famiglie un luogo competente e di ascolto